domenica 23 ottobre 2011

Treccine al latte

Treccine al latte

Dopo quasi due settimane di lavoro no-stop, ho avuto un po' di tempo da dedicare a uno dei migliori metodi - a mio avviso - per rilassarsi e rigenerarsi. Tra le tante ricette appuntate, eccola qui! La scelta cade su questi soffici e incantevoli panini di Mariabianca... viene voglia di addentare lo schermo!
Ho fatto delle piccole modifiche per le mie tempistiche. Chi "va diretto", ed è senza bimby, marble da' la sua versione dei fatti.


TRECCINE AL LATTE 
da una ricetta di Mariabianca

.300 g di farina 00 w 310
.50 g di zucchero
.150 g di latte 
.50 g di burro morbido
.8 g di lievito di birra fresco
.1 pizzico di sale
.1 cucchiaino di miele

.zucchero semolato quando basta

Prendete dal totale 70 g di latte appena intiepidito, in cui scioglierete il lievito e il miele. Unite poi la farina e amalgamate tutto con un cucchiaio. Lasciate gonfiare il lievitino per 40' a circa 28° - nel forno intiepidito per esempio -.
Nel frattempo impastate la restante farina con gli 80 g di latte, il sale e lo zucchero. Poi aggiungete man mano il burro. 
Quando il lievitino sarà bello gonfio, mettetelo al centro dell'impasto appena fatto e iniziate a battere secondo il metodo francese. Continuate a battere fino a quando le due masse saranno perfettamente amalgamate.
Quando la pasta sarà ben elastica e liscia, sistematela in una ciotola imburrata, incidetela a croce con un coltello, coprite con la pellicola trasparente e lasciate lievitare per 60' a 28° circa.
Dopodiché, ponete la vostra ciotola in frigorifero e dimenticatevene per tutta la notte.
Il mattino seguente, lasciate lievitare ancora la massa a 28° circa per 1 h e 30' - 2 h. Quando la  pasta sarà ben gonfia, dividetela in pezzi da circa 60 g, sgonfiateli e formate dei rotolini e formate delle trecce, che farete lievitare in luogo tiepido fino al raddoppio, per circa 2 h.
Spennellate con latte a temperatura ambiente e infornate a 180°, modalità statica, con una ciotolina, sistemata alla base del forno e colma d'acqua, per creare vapore.
Quando saranno ben dorate - circa 15', 20'di cottura  - , sfornate le treccine. Spennella con dell'acqua - l'acqua evapora quasi subito - una treccia per volta e tuffala nello zucchero semolato. 
Lasciatele raffreddare su una gratella.




Condividi su Facebook, Twitter o Google Buzz:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Pubblica su Google Buzz

8 commenti:

  1. stupende, eccezionali! segno segno...

    RispondiElimina
  2. Davvero splendide....sembrano sofficissime!! Ciao Ciao!!

    RispondiElimina
  3. da mangiare...e troppo buone:-) baci

    RispondiElimina
  4. Ne prenoto una decina solo x me....devono essere uno spettacolo brava!!!

    RispondiElimina
  5. E' una meraviglia
    complimenti ciao

    RispondiElimina
  6. Un grazie di cuore a tutte :)

    @pips, fammi sapere ;)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...